News, Open Source

Google Android, un mobile aperto

No, non sto parlando di un simpatico “coso” da mettere dentro la credenza n√® tantomeno in talaltro luogo di casa.

Ho appena visitato questo link http://www.youtube.com/androiddevelopers e invito chiunque a fare lo stesso, possibilmente da seduti.

Google Android

Google si è lanciato sul mercato mobile, non con la semplice paginetta di ricerca, ma con un sistema operativo completamente gratuito, e completamente open source basato su linux.

Il progetto ha il nome di “Android”, la sua homepage √® su http://code.google.com/android/, ed √® stato sviluppato da Google insieme alla Open Handset Alliance, associazione internazionale di produttorioperatori del settore della telefonia (guardate bene tra gli affiliati, non appare n√® apple n√® microsoft n√® adobe ma appaiono nomi come ntt docomo, tutte le compagnie telefoniche europee…e la nostra telecom italia)…ecco…Google per il lancio ha indetto un challenge sulle applicazioni…mmm, come ve lo dico…mmm…ecco….giusto per “insaporire” un po’ l’atmosfera mette in palio solo 10 milioni di dollari in awards.

Android ha integrato tra le altre cose un browser con motore webkit, la capacit√† di sfruttare le librerie openGL, diverse applicazioni “standard” di big G tra cui maps, earth e talk, e altre “cazzatine” tipo QUAKE… (sul cellulare!!!! ¬∞_¬∞…mi immagino l’atmosfera che ci sarebbe stata nella mia classe del liceo se avessi avuto quake sul cellulare….)

Come avrete sicuramente notato nel video (che se non avete ancora visto ora vi OBBLIGO a guardare) il sistema √® in grado di supportare diversi tipi di device. Presumo si tratti di prototipi (anche perch√® non riconosco nessuno dei telefoni utilizzati), il touchscreen ad esempio sa molto di “ciao, sono il rivale di iPhone”, ma non penso sia ancora il tempo per pronunciarsi in merito.

Certo √® che, come si puo’ vedere in quest’altro video ( notare la magliettina ^^) le righe di codice scritte per ottenere un “qualcosa di utilizzabile” sono DAVVERO molto poche, e l’approccio xml-based odora tanto di flex.

Il framework fornito da Android √® scriptato appunto in xml e java (j2mee), ma non escludo si possa programmare con altri linguaggi (tra i primi post della community di google su android spicca un “developing using c++“…gi√† mi vedo gli sviluppi!:)).

Che il 12 novembre 2007 sia la data della morte di flashlite e la reprise di java? mah…
Che android diventi l’affermazione del software libero e la rivincita di linux sulla piattaforma mobile del futuro? speriamo
Che google l’abbia vista giusta anche questa volta? …staremo a vedere.

Il genio di aladin diceva “SENSAZIONALI POTERI COSMICI, in un minuscolo spazio vitale”, e vedere cotanta tecnologia in un “affare” di plastica da 8x5x1.5 mi lascia un po’ da pensare.

Advertisements

3 thoughts on “Google Android, un mobile aperto

  1. in effetti √® demoralizzante vedere che in italia (si, con la “i” minuscola questa volta…) si √® riusciti ad allontanare anche google…-.-
    trovo assurdo che si debba congelare tot soldi perch√® “destinati ai premi”, sarebbe anche incauto il contrario, ma insomma…”aurea mediocritas”, mettiamoci d’accordo…non penso che google abbia bisogno di dimostrare che ce li ha…no?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s